Sentiero S4 Pievebelvicino – Monte Civillina

Il Monte Civillina è un'affascinante meta escursionistica nelle Prealpi Venete, con diversi sentieri che offrono panorami mozzafiato e un ricco patrimonio storico legato alla Grande Guerra, passando per due dei sentieri più interessanti.

Distanza:
Dislivello:
Percorribilità:
s4

Panoramica

Il Monte Civillina è un’affascinante meta escursionistica nelle Prealpi Venete, con diversi sentieri che offrono panorami mozzafiato e un ricco patrimonio storico legato alla Grande Guerra. I sentieri S4 e del Sentinello sono particolarmente interessanti, sia per gli appassionati di trekking che per gli amanti della storia.

Sentiero S4: Pievebelvicino – Monte Civillina

Partenza

  • Parcheggiare l’auto in piazza a Pievebelvicino o vicino alla roggia sulla vecchia strada verso Torrebelvicino.
  • Il sentiero parte da località Rillaro, salendo la Val dei Mercanti.
  • All’inizio, il percorso è asfaltato fino al bivio per le cave di caolino.
  • Mantenendo la sinistra, continuare a salire fino al bivio con la mulattiera che porta dallo Zovo alla località Camonda.
  • Seguire la mulattiera più usata, che conduce a Fonte Civillina.

Itinerario

  • Continuare sulla strada sterrata fino a Monte Civillina.
  • Dalla cima, imboccare il sentiero S4A che riporta alla Fonte Civillina.
  • Proseguire verso il Passo del Colombo sulla strada per il Passo dello Zovo.
  • Alla curva sotto il Monte Castrazzano, iniziare la discesa del sentiero S4 verso località Tringole.
  • Terminare il sentiero sulla strada asfaltata, scendendo fino a Pievebelvicino.

Sentiero del Sentinello

Partenza

  • Salire in auto fino ai Bonomini e prendere la strada per l’abitato di Rovegliana.
  • Proseguire fino a contrada Retassene, dove si trova un parcheggio.
  • Poco sotto al parcheggio, iniziare il sentiero segnato.

Itinerario

  • Il sentiero sale ripido ma non è fisicamente difficile.
  • Portare una torcia elettrica per visitare le postazioni militari lungo il percorso.
  • Alla cima del Monte Civillina, visitare le postazioni e trincee che circondano la sommità.
  • La discesa può essere effettuata tramite il sentiero S4A fino a Fonte Civillina, poi scendere attraverso la mulattiera fino a contrada Retassene.
  • Un percorso alternativo più lungo prevede di scendere dal S4A fino a Passo del Colombo e poi prendere il sentiero a sinistra che porta alla mulattiera fino a contrada Retassene.

Cenni Storici

Sentiero del Sentinello

  • Il sentiero iniziava dal torrente Agno, con sei mitragliatrici a difesa del fondovalle.
  • Saliva verso contrada Fracassi, dove si trovava un ricovero per 60 uomini.
  • Continuava fino alla cima del Civillina, con postazioni per armi automatiche e ricoveri per truppe.
  • La mulattiera sul lato sud serviva per l’approvvigionamento di viveri e materiali.

Monte Sentinello

  • Non compariva sulla cartografia militare, ma è il cucuzzolo roccioso a quota 614 con una croce sulla dorsale.
  • Era parte della terza linea di resistenza, tracciata come ortogonale 2 nel 1918.
  • Questa linea iniziava dal Monte Obante, attraversava varie creste e montagne, e arrivava fino al Monte Civillina.

Monte Civillina

  • Servito da una camionabile dal Passo Zovo verso Castrazzano.
  • Sulla cima c’erano trincee, postazioni per cannoni, depositi di munizioni, una polveriera e ricoveri per artiglieri.
  • La guarnigione usava un acquedotto per l’acqua portata da contrada Retassene.
  • La polveriera esplose il 20 novembre 1915 per cause sconosciute.
  • Nel 1918, le baracche ospitavano anche 157 uomini della 113° Compagnia Genio Zappatori.

Link e video utili